• Lampi d'estate

    Lampi d'estate

    regia di 

    Paola Galassi

Raccontare Aldo, Giovanni & Giacomo, raccontare uno spettacolo con Aldo, Giovanni & Giacomo è tanto semplice che diventa complicato come fare un uovo alla coque.

Così come lavorarci insieme, andare a sciare, fare un viaggio o parlarci al telefono.


Perchè Aldo, Giovanni & Giacomo sono tre ragazzi normalissimi che di normale hanno tutto, tranne la capacità  di far ridere. Quella è davvero fuori dall’ordinario.

Perchè Aldo, Giovanni & Giacomo sono tre ragazzi normalissimi che di normale hanno tutto, tranne la capacità  di far ridere. Quella è davvero fuori dall’ordinario. Il che non è poco, di questi tempi, ma è moltissimo, se si deve raccontare come riescono a tirarti dentro in quei semplicissimi e al tempo stesso complicati meccanismi che possiamo definire comicità  allo stato brado.

La loro più che decennale “militanza” nell’eletta schiera del cabaret di buona fattura li ha portati ad affinare tecniche precise e studiate con grande meticolosità . Tecniche cresciute nei loro infiniti e irrinunciabili work in progress dove hanno imparato a diventare assolutamente intercambiabili, ipercompatibili, duttili, reversibili, e chi più ne ha più ne metta.

Aldo, Giovanni & Giacomo sono pervenuti alla popolarità  dopo tanti anni di così detta “gavetta”.

L’hanno fatto crescendo lentamente, senza mai demordere, anche nei momenti più difficili, consapevoli, in fondo, che prima o poi i successi raccolti tra pochi eletti sarebbero serviti loro ad affrontare prove più rischiose con maggior tranquillità .


Nel loro spettacolo Lampi d’estate Aldo, Giovanni & Giacomo presentano il meglio del loro repertorio fatto di irresistibili situazioni, piccole storie di vita quotidiana che pur basandosi su chiavi universali - a volte tanto universalmente comprensibili da poter essere esportare in tutto il mondo, come quella dei fratelli circensi albanesi Tirano’s - non disdegnano cenni e ammiccamenti alla cronaca. Naturalmente nello spettacolo vengono anche presentate e dilatate, ad uso e consumo del godimento live, le performance e i personaggi di maggior successo: Nico, Rolando, Tafazzi, Jhonny Glamour ...

Difficile anche caratterizzare Aldo, Giovanni & Giacomo. Per esempio semplice ma riduttivo - noi lo facciamo lo stesso - è segnalare Aldo Baglio come il meridionale dei tre, nella vita e sulla scena, con le esasperazioni del suo personaggio adattate ai tempi nostri: le lezioni di anglo-siciliano, l’emigrato che viene trovato sul tram senza biglietto, l’innamorato di una ragazza del nord vessato dal futuro suocero (Giovanni) spalleggiato a sua volta da un amico (Giacomo), un po’ razzista e in odore di Lega.

E Giacomo Poretti, che tradisce e anzi sottolinea le proprie origini del profondo nord, lombarde della provincia di Varese. I suoi personaggi, forse è uno solo, sempre lo stesso, ne mettono alla berlina tutti i più identificabili e esilaranti luoghi comuni.

Giovanni Storti, infine. La sua presenza in scena, a volte spalla, a volte spalla della spalla, a volte riferimento comico centrale - è sempre sostanziale e irrinunciabile, anche perchè aggiunge alla comicità  di parola, un uso della fisicità  (è una caratteristica in realtà  di tutti e tre) maturata in anni di studi e di insegnamento sulla centralità  del corpo nel teatro.

Agidi srl - Cinema, Teatro e TV

Agidi srl, via Bellaria 127/1 , Modena

agidi@agidi.it